Stretti stretti, lontani lontani

di Chiara Cappelletto   La preoccupazione che la libertà dei cittadini subisca restrizioni durature a causa delle misure restrittive prese per contenere il progredire dei contagi da Covid-19 è comprensibile: prima arriva l’infrazione penale per avere stazionato all’aperto vicino a una fontana, poi scende l’esercito nelle strade, infine chiude il

Continua a leggere

Le parole nuove di Arbasino

di Gilda Policastro   Quello che le ultime generazioni di scrittori, compresa la mia, hanno perso del tutto, è la capacità di lanciare slogan: forse effettivamente un retaggio degli anni Sessanta, più politici, ideologici, in fermento. Se ripensiamo a tutti gli scrittori di quella stagione, e non solo dell’avanguardia, li

Continua a leggere

Quaderno cicatrice

di Valentina Maini   Con una nota di Andrea Bajani   [Dei libri pubblicati in queste settimane di sciagura globale si dice che sono “bruciati”, con una brutalità lessicale e un cinismo che non tengono conto del fatto che dietro c’è qualcuno che li ha scritti. Che ha passato anni

Continua a leggere