Le parole e le cose

Letteratura e realtà

24 maggio 2016
Pubblicato da Niccolò Scaffai
1 commento

Anna Maria Ortese e gli animali

di Niccolò Scaffai Perché guardiamo gli animali? È la domanda che ci pone il libro (Why Look at Animals?, 2009, di recente tradotto in italiano per il Saggiatore), in cui John Berger ha riunito i suoi scritti sul rapporto tra l’uomo … Continua a leggere

20 maggio 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Uomini & cinghiali. Il cinghiale che uccise Liberty Valance di Giordano Meacci

di Francesco Pecoraro Un romanzo come questo non si vedeva da un pezzo. 52 capitoli di scrittura-scrittura, estrosissima, umorale, linguisticamente iper-colta, multi-dimensionale e super-italiana – nel testo non c’è una sola concessione gratuita all’inglese –: è una specie di compendio dell’idioma … Continua a leggere

29 aprile 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
6 commenti

Moresco senza Moresco

di Carlo Mazza Galanti  Ciò che mi colpisce dell’opera di Moresco non è tanto quello che Antonio Franchini, in una recente intervista, ha definito il carattere “estremo” e “massimalista” dello scrittore, quanto piuttosto la maniera in cui è Moresco stesso a … Continua a leggere

28 marzo 2016
Pubblicato da Gianluigi Simonetti
3 commenti

La morale della fotomodella

di Emanuele Coccia [Dal 24 al 30 marzo LPLC sospende la sua programmazione ordinaria. In questi giorni, per non lasciare soli i nostri lettori, ripubblicheremo alcuni post. L’articolo che segue – un commento alla mostra parigina dedicata a Bettina Graziani – … Continua a leggere

23 marzo 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Che cos’è un eroe? Lo chiamavano Jeeg Robot e le trasformazioni di un genere

di Lucia Faienza [Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti ha ricevuto ieri sedici candidature per altrettante categorie di premio ai David di Donatello. Pubblichiamo una riflessione sul film, che è attualmente distribuito in trenta sale in Italia]. Accolto da … Continua a leggere

22 marzo 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
4 commenti

Modernità e limite. Sull’ultimo libro di Remo Bodei

di Luca Illetterati [Questo articolo è uscito su «Alias»] Per Aristotele il limite è il punto estremo di ogni cosa; il punto, cioè, al di là del quale c’è il nulla della cosa e al di qua del quale c’è … Continua a leggere

21 marzo 2016
Pubblicato da Pietro Bianchi
1 commento

L’incontro mancato tra i sessi

di Pietro Bianchi e Elisa Cuter C’è una scena, alla fine della settima puntata della prima stagione di Love (la nuova serie tv di Netflix prodotta da Judd Apatow e uscita il mese scorso) che in un paio di minuti riassume perfettamente … Continua a leggere

14 marzo 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
2 commenti

La commedia delle illusioni umane: Ave, Cesare! (Hail, Caesar!, Joel e Ethan Coen, 2016)

di Daniela Brogi C’è un bellissimo film, uscito nel 1941, che a distanza di settantacinque anni continua a offrirci varie possibilità di riflessione creativa, non solo in senso cinematografico, sui poteri e sulle scelte che ci assumiamo quando si decide di … Continua a leggere

21 febbraio 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

La solitudine dello scrittore. Una sostanza sottile di Franco Cordelli

[Questo articolo è uscito su «Alias»] di Niccolò Scaffai Il romanziere vive la letteratura «come fosse una istituzione, pretendendo un ascolto che non può più essere conferito»; ciò è conseguenza di un’«ipertrofia dell’io», che si esprime nella «pretesa di rendere … Continua a leggere

17 febbraio 2016
Pubblicato da Daniele Balicco
2 commenti

Il cinema come critica della modernità

di Mario Pezzella Il rapporto tra cinema e filosofia è stato spesso frainteso e mal trattato: talvolta i film servono a puri pretesti di teorie sovraimposte (e avremo allora l’improbabile sfilata di film “aristotelici”, “heideggeriani” e quant’altro); oppure il critico … Continua a leggere