Le parole e le cose

Letteratura e realtà

27 luglio 2018
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Svolte del destino. Su 4321 di Paul Auster

di Carlo Tirinanzi De Medici [LPLC va in vacanza. Per non lasciare soli i nostri lettori durante la stagione estiva, riproponiamo alcuni pezzi usciti nei mesi o negli anni precedenti. Questo articolo è stato pubblicato il 18 marzo 2018]. Una donna … Continua a leggere

5 luglio 2018
Pubblicato da Claudio Giunta
0 commenti

Virgilio in volgare

di Claudio Giunta Immaginiamo di eliminare tutti i volgarizzamenti dal repertorio della letteratura italiana delle origini. Che cosa rimane, cioè come si ridefinisce, dopo questa sottrazione, quel repertorio? Un simile esperimento presenta due difficoltà. La prima è chiarire cos’è un volgarizzamento. … Continua a leggere

1 luglio 2018
Pubblicato da Le parole e le cose
1 commento

Isaac B. Singer e la filosofia della storia. Satana a Goraj

di Massimiliano De Villa [Questo articolo è uscito su «Alias»] «La cittadina di Goraj, un tempo celebre per i suoi studiosi e i suoi uomini d’ingegno, restò completamente deserta. La piazza era invasa dalle erbacce, insozzate di sterco di cavallo … Continua a leggere

21 giugno 2018
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Christoph Ransmayr, Cox o il corso del tempo

di Luca Crescenzi [Questo articolo è uscito su “Alias”]. “Esiste al mondo una cosa più ragionevole di una lancetta dei secondi?”, pensa Tony Webster, all’inizio di quel capolavoro sui non negoziabili rapporti fra il passato e il presente che è … Continua a leggere

13 giugno 2018
Pubblicato da Le parole e le cose
3 commenti

Un rivoluzionario in parrucca. Lenin secondo Malaparte

di Raoul Bruni [Questo articolo è uscito su «Alias»]. Chi si è occupato finora di Malaparte ha quasi sempre cercato di etichettarlo politicamente: a seconda della fase storica di riferimento, lo si è potuto definire proto-fascista, fascista, anti-fascista, liberale, filo-comunista. … Continua a leggere

5 giugno 2018
Pubblicato da Massimo Gezzi
1 commento

Oltre l’apparenza della cronaca: Dalle macerie di Alessandro Leogrande

di Angelo Ferracuti Alessandro Leogrande potrebbe a pieno titolo rappresentare quello che Sartre diceva di sé stesso e del conio dell’intellettuale, del suo agire come osservatore militante della realtà del proprio tempo: “Non sono stato un uomo politico, ma ho … Continua a leggere

18 maggio 2018
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Le Lezioni di ballo di Bohumil Hrabal

di Valentina Parisi [Questo articolo è uscito su «Alias»] Redigendo nel 1970 quella travolgente dichiarazione di poetica che va sotto il titolo di Manuale di un apprendista stramparlone, Bohumil Hrabal si definì – oltre che  “allievo della cattedra di euforia” e … Continua a leggere

15 maggio 2018
Pubblicato da Le parole e le cose
4 commenti

Il contro-Sessantotto di Luciano Bianciardi

di Raoul Bruni Esauriti (o quasi) i due «Antimeridiani» Isbn Edizioni, le opere di Luciano Bianciardi tornano in libreria grazie a Il Saggiatore, che, sotto il titolo Il cattivo profeta (a cura di Luciana Bianciardi, pp. 1482, € 62,00), ripropone … Continua a leggere

29 aprile 2018
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

L’ombra di Leopardi nell’era digitale. Le vite potenziali di Francesco Targhetta

di Riccardo Donati Le vite potenziali (Mondadori, 2018) è il primo romanzo in prosa di Francesco Targhetta, scrittore trevigiano impostosi in questi anni all’attenzione di lettori e critici per l’originalità e qualità della sua produzione poetica, in ambito sia narrativo … Continua a leggere

27 aprile 2018
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Alice Munro e il romanzo

di Caterina Ricciardi [Questo articolo è uscito su «Alias»] All’inizio degli anni Sessanta Alice Munro inviava sei delle sue storie, il nucleo di ciò che sarebbe diventato Danza delle ombre felici, a Jack McClelland, allora il più quotato editore canadese. Il … Continua a leggere