Le parole e le cose

Letteratura e realtà

16 agosto 2017
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

La seconda guerra dei Trent’Anni (1914-1949). L’Europa secondo Ian Kershaw

di Vincenzo Lavenia [LPLC va in vacanza fino a settembre. Anche quest’anno, per non lasciare soli i nostri lettori, riproporremo alcuni dei pezzi apparsi nei mesi precedenti. Questo intervento è uscito il 1 marzo 2017. Una prima versione più breve di … Continua a leggere

5 agosto 2017
Pubblicato da Le parole e le cose
1 commento

La pietà oggettiva di Pagliarani

di Massimo Raffaeli [LPLC va in vacanza fino a settembre. Anche quest’anno, per non lasciare soli i nostri lettori, riproporremo alcuni dei pezzi apparsi nei mesi precedenti. Questo intervento è uscito il 19 febbraio 2017, ed è apparso su «Alias»]. Si … Continua a leggere

4 agosto 2017
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Le opere di Primo Levi

di Niccolò Scaffai [LPLC va in vacanza fino a settembre. Anche quest’anno, per non lasciare soli i nostri lettori, riproporremo alcuni dei pezzi apparsi nei mesi precedenti. Questo intervento è uscito il 27 gennaio 2017]. Esiste in natura una virtù, l’omeòstasi, … Continua a leggere

28 giugno 2017
Pubblicato da Barbara Carnevali
0 commenti

Un mondo ammutolito. Alienazione e risonanza secondo Hartmut Rosa

di Paolo Costa Ci sono aspetti della nostra esperienza morale che hanno a che fare principalmente, se non esclusivamente, con la ricettività, la sensibilità, la visione? Quando ci rappresentiamo o immaginiamo come agenti morali la passività è l’ultima cosa che … Continua a leggere

14 giugno 2017
Pubblicato da Claudio Giunta
0 commenti

Il mondo è quel che è. Una nuova lettura del Decameron

di Claudio Giunta [Questo articolo è uscito sul «Sole24 ore»] The world is what it is. È la prima frase di Sull’ansa del fiume di Naipaul nonché il titolo della sua autobiografia (le frasi successive non sono meno memorabili: «Uomini … Continua a leggere

13 giugno 2017
Pubblicato da Pierluigi Pellini
2 commenti

Mallarmé e la tribù

di Pierluigi Pellini [Questo articolo è uscito su «Alias»] Stéphane Mallarmé è lo scrittore ottocentesco che, insieme a Gustave Flaubert, più di ogni altro ha manifestato orrore per la trita stupidità dello stereotipo, è il poeta che si è ostinato … Continua a leggere

11 giugno 2017
Pubblicato da Gianluigi Simonetti
20 commenti

Il cinema reazionario di Stato. Cuori puri, Fortunata e l’interesse culturale

di Giacomo Giubilini 1. Nel sacerdozio e golgota da espiazione necessario per fare un film e esordire nel cinema italiano attraverso la raccolta di prebende statali (Mibact e Rai Cinema) non manca mai il passaggio obbligato dal film pauperista come … Continua a leggere

7 giugno 2017
Pubblicato da Daniele Balicco
0 commenti

Una sovranità inattendibile. Sulla mostra di Damien Hirst a Venezia

di Luisa Lorenza Corna I. Avvalendosi del sostegno del magnate francese Francois Pinault, il rappresentante della Young British Art ha recentemente deciso di fare della collezione – e della pratica del collezionismo – l’oggetto della sua ultima mostra veneziana. Quanto meno … Continua a leggere

4 giugno 2017
Pubblicato da Daniela Brogi
0 commenti

Se la memoria ha un futuro. Sicilian Ghost Story (Fabio Grassadonia, Antonio Piazza, 2017)

di Daniela Brogi Si parte dal buio di un sotterraneo roccioso abitato da un sonnacchioso gufo; esploriamo lo spazio alla cieca, come se la macchina da presa brancolasse, mentre, in sordina, una melodia prolungata e irrisolta di tonalità scure accompagna … Continua a leggere

30 maggio 2017
Pubblicato da Daniela Brogi
0 commenti

La Palma d’Oro di Cannes 70. The Square (Ruben Östlund)

di Daniela Brogi Poteva andare peggio: invece che a The Square, la Palma d’Oro avrebbe potuto essere stata attribuita a opere molto meno meritevoli, come, per esempio, L’amant double, di François Ozon, o Happy End, di Michael Haneke, o Aus dem … Continua a leggere