Le parole e le cose

Letteratura e realtà

14 aprile 2014
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Le ragioni del sangue. Tom Wolfe, il New Journalism, il romanzo

di Remo Ceserani [Questo intervento è già uscito su «Alias»]. È curioso che i partecipanti al dibattito sul realismo che si è venuto svolgendo, nel piccolo mondo italiano degli addetti alla letteratura (un piccolo mondo antico), abbiano solo raramente ricordato … Continua a leggere

11 aprile 2014
Pubblicato da Isabella Mattazzi
1 commento

Scritture del suicidio: “Storia di una donna libera” di Françoise Giroud

di Isabella Mattazzi Ogni narrazione autobiografica, a pensarci bene, è una scrittura post-mortem. Per raccontare di sé, per fare della propria vita un tessuto linguistico riducendone gli avvenimenti caotici a intrecci e nodi di una trama ben ordinata, bisogna prima … Continua a leggere

6 aprile 2014
Pubblicato da Le parole e le cose
6 commenti

Lo stordito e la ninfomane. Su Nymphomaniac di Lars von Trier

di Pietro Bianchi 1. Sul sito web del magazine americano di costume Vice qualche tempo fa veniva riportata l’esistenza di un tumblr – cioè di un blog costituito da sole fotografie – dal titolo alquanto curioso: Indifferent Cats in Amateur … Continua a leggere

31 marzo 2014
Pubblicato da Rino Genovese
40 commenti

Riparlando di Berlinguer

di Rino Genovese [È uscito nelle sale il documentario di Walter Veltroni Quando c’era Berlinguer. Questo intervento è apparso sul sito della rivista «Il Ponte»]. Enrico Berlinguer è morto trent’anni fa in circostanze drammatiche, come un attore sulla scena. E Walter Veltroni … Continua a leggere

30 marzo 2014
Pubblicato da Daniela Brogi
0 commenti

Oltre alle madri c’è di più

di Daniela Brogi Da qualche anno, sia la narrativa che la saggistica parlano molto dei padri: se ne recupera il valore simbolico-culturale, se ne promuove la riqualificazione in quanto fondamento di civiltà. Ciò nonostante, è raro che il padre, oltre … Continua a leggere

21 marzo 2014
Pubblicato da Gianluigi Simonetti
0 commenti

Due romanzi borghesi

di Carlo Mazza Galanti Il romanzo borghese, in Italia, ha sempre avuto vita difficile. Ancora oggi la narrativa che ha per oggetto gli ambienti più benestanti non sembra paragonabile per qualità e quantità a quella prodotta nel nord Europa. Prendiamo … Continua a leggere

6 marzo 2014
Pubblicato da Alessandra Sarchi
0 commenti

Ars est celare artem

di Alessandra Sarchi [Questo articolo è apparso su «Alias»] Uno dei capisaldi della cultura letteraria e figurativa occidentale vuole che l’arte sia veramente riuscita quando non si vede, quando è talmente dissimulata da produrre un’impressione di disinvoltura, spontaneità, grazia, facilità, … Continua a leggere

3 marzo 2014
Pubblicato da Daniela Brogi
157 commenti

La memoria e lo sperpero. Su “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino

di Daniela Brogi [La grande bellezza di Paolo Sorrentino ha vinto l'Oscar come Migliore film straniero. Questo intervento è già uscito su «Between», III, 5, 2013]. Qual è il soggetto della Grande bellezza? Di cosa parla il film, mentre racconta … Continua a leggere

26 febbraio 2014
Pubblicato da Isabella Mattazzi
0 commenti

Quando un thriller lacaniano diventa un best-seller: il caso editoriale Julia Deck

di Isabella Mattazzi Che la coppia tra psicanalista e paziente sia uno tra gli esempi di rapporti più squilibrati che mai si possano creare tra due persone è cosa nota. Neppure alla coppia servo-padrone – che la filosofia da sempre … Continua a leggere

21 febbraio 2014
Pubblicato da Gianluigi Simonetti
3 commenti

Smetto quando voglio ma almeno sbrigati

di Giacomo Giubilini Smetto quando voglio nasce come film nuovo, come rilancio o meglio aggancio ad un immaginario cinematografico di intrecci e trame che si muove altrove – l’Europa, l’America. Dovrebbe e vorrebbe così costituire un modello di commedia in … Continua a leggere