Le parole nuove di Arbasino

di Gilda Policastro   Quello che le ultime generazioni di scrittori, compresa la mia, hanno perso del tutto, è la capacità di lanciare slogan: forse effettivamente un retaggio degli anni Sessanta, più politici, ideologici, in fermento. Se ripensiamo a tutti gli scrittori di quella stagione, e non solo dell’avanguardia, li

Continua a leggere

New Italian Performance

di Gilda Policastro   Grotowsky indentificava il performer ora con un sacerdote ora con un guerriero: la performance è un rito, aggiungeva, e solo nelle sue degenerazioni diventa uno show. Sottolineando, poi, l’aspetto maieutico e ancestrale di questa ritualità, volta non alla scoperta del nuovo, ma piuttosto del “dimenticato”. Negli

Continua a leggere

Per Nanni Balestrini

di Gilda Policastro   Nanni Balestrini è stato il più grande inventore del Novecento letterario. E ha continuato a inventare anche negli anni Duemila, sperimentando col linguaggio, anzi coi linguaggi: il vero oggetto di tutta la sua ricerca verbovisiva e della sua continua ridefinizione del campo poetico (sin da Linguaggio

Continua a leggere