Le parole e le cose

Letteratura e realtà

6 dicembre 2016
Pubblicato da Massimo Raffaeli
0 commenti

Céline agli editori

di Massimo Raffaeli [Questo articolo è uscito su «Alias – il manifesto»]. L’epistolario di Louis-Ferdinand Céline non è una didascalia né una integrazione dei romanzi ma ne è, viceversa, la traccia itinerante così come il banco di prova. Non è … Continua a leggere

5 dicembre 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
3 commenti

La post-verità on-line

di Manuel Peruzzo Guardiamo il lato positivo: se non avesse vinto Donald Trump non discuteremmo dell’influenza dei social media sulla politica. In realtà il fenomeno era già stato oggetto dei primi studi di Pariser e Morozov sull’integrazione complessa e contraddittoria … Continua a leggere

4 dicembre 2016
Pubblicato da Claudio Giunta
7 commenti

Versione sì, versione no. Piccolo manifesto per il greco (e non solo)

di Enrico Rebuffat Si discute molto, in questi mesi, dello stato di salute del liceo classico e dei cambiamenti che eventualmente sarebbe opportuno introdurvi, con particolare riguardo alla disciplina che più lo caratterizza (se non altro perché si studia solo … Continua a leggere

2 dicembre 2016
Pubblicato da Mauro Piras
14 commenti

Sul referendum costituzionale

di Mauro Piras Il referendum costituzionale del 4 dicembre è diventato una specie di giudizio di Dio. Sembra che tutto si giochi lì: il governo, la stabilità economica, il destino del paese, persino della democrazia. A seconda di come penderà … Continua a leggere

1 dicembre 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
1 commento

Una questione privata

di Claudio Pavone [Due giorni fa è morto Claudio Pavone. Nato il 30 novembre del 1920, è stato uno dei più grandi storici italiani del suo tempo, autore tra l’altro del saggio sulla Resistenza più importante degli ultimi anni, Una guerra civile. Saggio … Continua a leggere

29 novembre 2016
Pubblicato da Daniela Brogi
0 commenti

Il film che ha vinto il Torino Film Festival 34: Juan Zeng Zhe / The Donor (Qiwu Zang, 2016)

di Daniela Brogi Il lungometraggio che ha vinto il Concorso Internazionale del Torino Film Festival è l’opera prima di Qiwu Zang, giovane autore cinese che è stato assistente di Zhang Yimou. Si intitola, in traduzione, The Donor, “il donatore”, e … Continua a leggere

28 novembre 2016
Pubblicato da Guido Mazzoni
46 commenti

Il salto nel buio. Una riflessione sulla politica contemporanea

di Guido Mazzoni 1. Parole e metafore Quello che è successo l’8 novembre era in larga misura inevitabile. È accaduto nel centro politico, economico e simbolico della Western way of life, e proprio per questo ci colpisce particolarmente; ma se non … Continua a leggere

27 novembre 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Come restare vivi dopo il diluvio. Parigi è un desiderio di Andrea Inglese

di Andrea Cortellessa [Una versione breve di questo articolo è uscita su «Tuttolibri»] «Ho sempre vissuto in un posto dicendomi che quello non era il mio posto». Così comincia Parigi è un desiderio di Andrea Inglese, esordio in prosa narrativa di … Continua a leggere

26 novembre 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Per Alessandro Bellan

[Lunedì 28 novembre all’Università di Venezia si terrà una giornata di studio in ricordo di Alessandro Bellan. Pubblichiamo il manifesto dell’incontro e un saggio di Bellan uscito nel 1999 su “Autodafé”].   Dal disincanto all’utopia? Appunti per un pensiero dell’individuale … Continua a leggere

25 novembre 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
1 commento

Sonnambulismo sovietico. Terminus radioso di Antoine Volodine

di Filippo Polenchi Tutto il mondo, adesso, è Seconda Unione Sovietica. Tutto il mondo è un verminaio di pile atomiche in discesa verticale – lenta ma inarrestabile – verso il nocciolo della Terra. Le «catastrofi del nucleare civile» (p. 58) hanno … Continua a leggere