Le parole e le cose

Letteratura e realtà

Avventure minime

| 2 commenti

cropped-Thomas-Ruff-Bauhaus1.jpgdi Alessandro Broggi

[Esce in questi giorni in libreria Avventure minime di Alessandro Broggi (Transeuropa / Nuova poetica, 2014)].

DA: QUADERNI APERTI

IL TEMPO CONDIVISO

I.

Non sa che importanza vorrà dargli, perché è un passatempo. Mancano cinque o dieci minuti, in fondo meno. L. lo guarda tranquillamente in faccia; come viatico; importante valore aggiunto: (lei pure) esce di scena. Ha distinto i potenziali problemi – “Quando arrivano, arrivano per entrambi, te lo garantisco”. Lui (ridendo): “È che sono dell’idea”.

II.

Dunque partono insieme. Il momento in cui le loro motivazioni corrispondono è molto importante: dopo tre giorni di parole chiave, la risposta “sì” permette l’amore. Un apprezzamento senza vincoli, restano intesi, molto, ma infine non tutto.

III.

Si tratta di una vacanza. I due si rendono le cose facili – “Per quanto, compiaciute”. Poi cos’è successo, gli ultimi giorni, per ragioni diverse L. mostra un sorriso stanco, (tale reazione è un suo modo di esprimersi) la loro è stata una relazione.

RITRATTO DI GENERE

I.

Lei, “Soluzione concrete”, successivamente, senza bisogno di precisarlo, si comporta di conseguenza. Ha molte cose da fare, prima di tutto chiarire, discutere dei fatti.

II.

Quello che si dicono a proposito: nasceranno nuovi interessi, amicizie. È il meno che si possa dire. Cose così. Attività, faccende.

III.

Visto che è meno suscettibile: sceglie argomenti dai contorni definiti, carichi di contenuti personali. Ha determinate qualità e le sfrutta, sa prendere decisioni – una prima uscita – ricorre a nuovi obiettivi. Subito avere rapporti.

IV.

Bussano, entra V., pochi giorni e incontra R., conosce N. N. si gira e va su per le scale. Lo segue. Buio. Luci. Mattino. Pomeriggio. Sera. Buio. Luci. Mattino.

V.

Vede i suoi modi pratici, non ha problemi, decide di sposarlo, ottiene ciò che vuole.

 *

DA: NUOVO PAESAGGIO ITALIANO

NUOVA SITUAZIONE

 I.

 Confesso: a otto anni tutto quel che volevo erano tette enormi. A sedici anni portavo la quarta con l’entusiasmo della novità e della giovinezza: ma una quarta, a sedici anni, non crolla, non ingombra, non involgarisce. L’inferno viene dopo.

II.

Camminare e non essere volgari, con certe tette, è impossibile.

NUOVA SITUAZIONE

I.

Non vedevo l’ora di partorire: volevo partecipare a ogni secondo dell’evento. Leggevo un libro molto bello che descriveva il dolore del travaglio in modo così poetico, come un’onda che arriva e poi passa. Non avevo nessuna paura.

II.

Non so valutare se sia stato un travaglio lungo o difficile: la mattina alle nove mi ero svegliata con la pancia dura, contrazioni ogni quindici minuti. Andrea mi ha detto: vado a prendere il caffè e i giornali. Sbrigati, gli ho risposto. Alle due sono andata in ospedale e alle otto è nato.

III.

Per quanto tu lo sappia, lo abbia letto o te l’abbiano detto, non sei mai davvero preparata. In dieci minuti la tua vita cambia per sempre: non dormi più, non hai più tempo per niente. Persino rispondere al telefono può diventare un’impresa.

NUOVA SITUAZIONE

I.

Stavo prendendo il sole con la mia ragazza in Thailandia quando improvvisamente ho sentito un rombo incredibile. Era come se mi trovassi accanto a un aereo in decollo. Ho guardato in su e ho visto un’onda alta sette metri, sembrava una scena dei Dieci comandamenti.

II.

Abbiamo cominciato a correre ma l’onda ci ha raggiunto e ci ha sommerso. Siamo riusciti a riemergere e ad aggrapparci a un palo, finché l’onda si è ritirata. Abbiamo visto almeno venticinque corpi galleggiare tutt’intorno. L’anno prossimo me ne andrò in Versilia.

*

DA: SERVIZIO DI REALTÀ

Reality Check

In discoteca la musica sarà assordante. Le luci impazzeranno, la cubista danzerà davanti a una parete di led luminosi. Tutti balleranno ubriachi e stravolti dall’hashish. Nelle strade l’atmosfera sarà tesa, polizia e esercito ovunque. Decine di telecamere sui tetti dei palazzi. Fuori sarà buio e tirerà un vento gelido. La spina dorsale del traffico si affaccerà su palazzine sgangherate, grattacieli moderni, saloni automobilistici in vetro, fast-food puzzolenti e grandi centri commerciali.

Il mercato della carne sarà aperto dal pomeriggio a notte fonda. Le prostitute saranno ovunque, a migliaia. Quasi tutte minorenni. Ci fermeremo con l’auto e una maitresse, trent’anni al massimo, ci verrà incontro di corsa. Indosserà un paio di scarpe rosse, con tacchi di plastica trasparente e lucine rosa lampeggianti. Urlerà qualcosa e tutte scatteranno in piedi. Usciranno per mettersi in mostra e ci inviteranno ad entrare sorridendo a memoria. Sarà una specie di coloratissimo albergo a quattro piani, con reception circondata dai neon, lunghi corridoi a specchi e stanze da una parte e dall’altra. Dentro ci sarà poco o nulla: una stufa, qualche poster attaccato al muro, un’abat-jour, un piccolo televisore, un fornello per scaldare il cibo e un divano scassato con sopra le ragazze in attesa dei clienti. Nelle camere altri divani, una consolle per le canzoni, una porta con tendina e un bagno lurido dove, su un tavolaccio di plastica nascosto da un paravento, il cliente verrà integralmente lavato, cosparso d’olio e masturbato. Le addette ai lavori avranno dai tredici ai vent’anni.

Appena entrati, la cameriera comincerà a versare senza sosta birra locale in bicchierini da vodka. Sarà cinese, forse un metro e sessanta con i tacchi. Dirà di avere diciott’anni. Indosserà un paio di jeans, stivaletti bianchi e maglioncino rosso. Vorrà concludere subito. Dopo cinque minuti e una decina di bicchierini, ti trascinerà per un braccio per consumare in piedi o su una poltrona in similpelle viola. “Puoi fare tutto quello che vuoi” dirà muovendo la mano da bambina. Rischierai di finire in galera per anni o di sparire nel nulla.

Daily Planet

Nessuno ha mai avuto in mente la maggior parte di ciò che accade.

John Cage

Per vendicarsi, una prostituta violentata da un gruppo di sbandati fa quasi massacrare l’unico che l’aveva difesa. Per poter vivere l’amore che provano l’uno per l’altra, Pedro e Cati dovrebbero superare il loro attaccamento morboso. Rapito dai ribelli del Blood Brotherhood, Orked è addestrato alla guerra, drogato, indottrinato e spinto a compiere crimini orribili. Durante la dittatura di Augusto Pinochet, un movimento indipendente di fotografi cileni documenta la repressione militare e la resistenza della popolazione fotografando quello che i media ufficiali nascondono. Da oltre vent’anni l’associazione Special Olympics lavora per integrare gli handicappati mentali nella società per mezzo dello sport. In Ghana esiste un fenomeno chiamato Ayan, o “drum poetry”, dove il tamburo parla ed è considerato un vero e proprio linguaggio. Batad è una località incantevole sulle montagne terrazzate delle Filippine, dichiarata luogo a rischio della terra dal World Heritage Committee. Theo vive con un unico sogno: diventare un modello di fama e affermarsi nella società del marketing e della pubblicità. Bunny chow è una specie di pane ripieno di carne e verdure che si mangia in compagnia. Dana vive con la nonna, la madre e il fratellino; il padre è partito in cerca di lavoro e non è più tornato. Autista e narratore di storie, Abdelrazzak trasporta le persone sul suo pullmino verso un luogo nel deserto dove officia una famosa guaritrice. Chen, killer professionista, riceve le sue commissioni via Internet. Sei ragazze di Porto Said condividono un appartamento al Cairo come studentesse. Christoph lascia la moglie, la famiglia e il lavoro di avvocato per vivere in modo solitario e anonimo in un quartiere popolare di Anversa. Il giorno del suo compleanno Jeanne scopre dalla madre di avere un padre indiano. Benicio si asciuga lo sperma prima di addormentarsi sul divano. Durante il battesimo, Edo vede gli arcangeli pulire il volto di Cristo dalle ferite della sofferenza umana. Stoffer si comporta normalmente. Le donne di Haenyo, Corea, per vivere si immergono 20 metri sotto il mare e trattengono il respiro per 2-3 minuti raccogliendo frutti di mare, alghe e altri prodotti marini. Per sfuggire alla miseria e soddisfare i bisogni famigliari Mocktar decide di lavorare in una miniera d’oro del Burkina Faso. William incontra Sara in un bar chiamato “Bitter End”. Sebbene divorziata da tempo, Carla litiga di continuo con l’ex marito sotto gli occhi dei figli. La relazione con Naima conduce Sydney da un una proposta di matrimonio a una situazione di estrema indigenza. Un giorno Rebecca viene avvicinata da un uomo che la segue e le offre un passaggio. Sergej scopre di avere un male terribile, che lo porta a fare i conti con se stesso. I Samburu sono un popolo pastorale semi-nomade, con una vibrante tradizione orale e una forma di costruzione della memoria associata a oggetti, addobbi fisici e canzoni. Una famiglia – padre, madre e tre figli – è riunita per la colazione. Camminando in alta montagna, Arild incontra per caso il padre di un vecchio compagno di scuola che non vede da vent’anni. Samia chiede a un ragazzo di curare il figlio mentre va a fare una nuotata. A soli cinque anni il giovane Wolfgang Amadeus ha già una forte passione per la composizione e una vivida immaginazione. Abner e Amira attraversano in auto la periferia di Riga. Seduto di fronte al medico Dragan Ledeux non ha più dubbi: non potrà avere figli. Marco è affascinato dal mito della vecchia mafia. Un battaglione di tiratori scelti giunge nel campo di transito di Verneuil-sur-Avre, dove li attende la smobilitazione. Quique attraversa il confine e arriva negli Stati Uniti. Il pittore Rembrandt accetta con riluttanza di dipingere la milizia civica di Amsterdam in un ritratto di gruppo. Cole è un giovane americano a Parigi che si guadagna da vivere come sosia di Michael Jackson. Il rito della riesumazione dei morti è diffuso in tutto il Madagascar. Noriko da piccola non ha mai capito perché tutti parlassero d’amore, ora lavora di notte come prostituta. Aya vanga un pezzo di terra negli aridi paesaggi del massiccio dell’Aures. George W. è alle prese con la calamità dell’uragano Katrina. Norma e Kika confessano la loro relazione in un diario a quattro mani. Jamie arriva a Vancouver per far visita a un’amica, che però non riesce a rintracciare. Un centro commerciale di New York in rovina è sede di un mercato delle pulci. Lotte è stata licenziata dal delfinario. Wendo Kolosoy è una leggenda della rumba congolese. Un uomo e una donna vengono sottoposti a un esperimento terrificante.

[Immagine: Thomas Ruff, Bauhaus (gm)].

 

 

2 commenti

  1. Pingback: biobibliografia

  2. Pingback: biobibliografia

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.