cropped-939c2Clark8.jpg

di Italo Testa

[Esce in questi giorni una raccolta di monologhi e sequenze poetiche di Italo Testa, Tutto accade ovunque, per la collana “i domani” di Nino Aragno Editore. Pubblichiamo un estratto dalla prima parte].

(da La casa perfetta)

TUTTO ACCADE SIMULTANEAMENTE

sono seduta
e mi muovo verso una porta
sono seduta
e scivolo nel corridoio

TUTTO ACCADE SIMULTANEAMENTE

la foglia dell’albero nel giardino
cade sul mio tappeto
la foglia dell’albero nel giardino
trema sulle mie mani

anche oggi ho visto qualcosa
che spero di comprendere tra due giorni
anche oggi ho visto qualcosa
che spero di arrivare a comprendere

 

TUTTO ACCADE SIMULTANEAMENTE

le pareti bianche
si curvano sulla stanza
le pareti bianche del cielo
si curvano dentro la mente

TUTTO ACCADE SIMULTANEAMENTE

spalanco le porte
e le immagini si annullano
fermo gli occhi
e le immagini si schiudono

anche oggi ho visto qualcosa
tra la crepa e l’azzurro
anche oggi ho visto qualcosa
qualcosa

TUTTO ACCADE SIMULTANEAMENTE

la fragranza dell’aria
riveste lo sguardo
la ghiaia in cortile
scivola dentro

TUTTO ACCADE SIMULTANEAMENTE

apro le finestre
e divento tutti i suoni
apro le finestre
e divento tutti i suoni del mondo

anche oggi ho visto qualcosa
che spero di comprendere tra due giorni
anche oggi ho visto qualcosa
a cui dovrò ripensare

 

TUTTO ACCADE OVUNQUE

incontro gente e sono loro
incontro gente e sono quella gente
muovo la mano e si voltano
si spostano e muovono la mia mano

TUTTO ACCADE OVUNQUE

mi sfiorano
e sono io a toccarli
li sfioro
e sono loro a dire

guarda come è fatto un occhio
e un occhio
e una bocca

guarda come è fatto un braccio
e una mano
e ancora una mano

anche oggi ho visto qualcosa
che dovrò dimenticare
anche oggi ho visto qualcosa
che spero di comprendere tra due giorni

 

TUTTO ACCADE OVUNQUE

la donna che corre sulla strada
è ferma nel parco
la donna nella stanza
corre lungo la strada

TUTTO ACCADE OVUNQUE

parlo con qualcuno
ed è lui a parlarmi
dico qualcosa
e sono loro a dire

guarda come è fatto un volto
e un volto
e uno sguardo

guarda come è fatto un volto
e un altro
e ancora uno sguardo

[…]

 

[Immagine: Gordon Matta Clark, Splitting].

5 thoughts on “Tutto accade ovunque

  1. c’è questa passione diffusa, recentemente, per la ripetizione, per una poesia che gira intorno a qualche verso, o reduplica triplica una immagine girandola da vari… versi possibili. Sono certa che indica un freno, un blocco creativo indotto da una situazione vissuta come chiusa, in cui sembra impossibile immaginare.

  2. Non ci allontaniamo dalla poesia puerile. Una poesia balbettante che non ha visioni epocali. Ormai siamo stanchi di questi piagnistei, vogliamo una poesia èpica.

  3. Abbiamo capito, che tutto accade simultaneamente.
    Ma lo faceva già il teatro futurista.
    E’ passato un secolo.
    Roba vecchia.

  4. Funzione POETICA————————-La funzione poetica è attiva quando il messaggio è incentrato su sé stesso, nel senso che è presente una certa complessità che impone una decodificazione completa da parte del destinatario, che deve essere attento a cogliere il senso denotativo nella sua interezza e anche, ove presente, un eventuale senso connotativo. Un linguaggio ornato, ricco di figure retoriche di vario genere segnala la funzione poetica del messaggio, come spesso avviene in poesia ma anche nel linguaggio della pubblicità (tuttavia in questo caso è in absentia anche la funzione conativa, dato che lo scopo è convincere i potenziali acquirenti ad acquistare il prodotto pubblicizzato).(Jakobson)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *