di Marco Giovenale

Dichiarazione

Sono stato incaricato di seguire questi oggetti nel loro percorso dalla fabbricazione alla discarica e oltre.

Venendo meno al mio compito ho pensato che fosse di primaria importanza segnalare la presenza di stracci o cenci nel cassetto, accanto alle tovaglie e ai tovaglioli.

Stendo questo rapporto nella certezza che una presa in carico di responsabilità possa esservi percepita.

*

All’interno

Anche questo ha un nome. (Anche tutto). Aspetta solo un po’. Vedo questi film anni Settanta, in cui ci sono gli anni Settanta.

Fanno i liberi, entrano nelle automobili. Con una profonda crisi. Con una profondità. E poi: difficile a dirsi essendoci passati. Con come una malinconia. Sai? (nel film; è una cosa che dicono). Come di estranei che non poi del tutto. Che passano davanti alla tenda.

Scatta la foto alla roulotte. Devi fare meno fatica. È stata comprata, era una tenda scontata. Fa meno in generale.

*

Attendibile da una fonte

i primi o gli ultimi saranno i primi o gli ultimi, dice agli
ultimi saranno
i primi saranno i primissimi, se arrivano prima, altrimenti saranno i
arrivano dopo, quanto dopo?, come sia, arrivano

*

Precisazioni

c’è uno spazio apposito, intorno c’è come uno spazio uno spazio che ti permette di appenderlo

c’è anche un buco in maniera che così puoi appenderlo e quando lo acquisti è tutto sagomato i profili sono ben delineati

è funzionale ci sono le rigature ci sono delle strisce poi ha anche un aspetto elegante perché ha le strisce e tutto quello che ha le strisce di solito è elegante anche se sono strisce sgargianti il fatto che siano strisce dà sull’eleganza

poi c’è anche una maniglia che permette di afferrare saldamente la presa e di non perdere la presa perché è importante non sfugga in questi casi e che la maniglia lo permetta

attraverso la maniglia è possibile operare un’apertura si apre da una parte e ci sta anche una versione per mancini si apre dall’altra parte

comunque se non si vuole aprire si può prendere e appendere e infatti come detto viene fornito con un buco dove si fa passare il chiodo è molto funzionale e quando si indossa può fare fuoco da entrambi i lati

quindi viene fornito insieme a una garanzia personale e ci sono tutte delle simmetrie come dei quadrati quindi infatti è così e se ci sono dei quadrati c’è anche molta eleganza perché come per le strisce anche i quadrati sono un grande segno di eleganza e di ordine i romani avevano infatti l’opus quadratum

*

da Sequenza con mancanze
($TRING$)

I

È come se non se ne accorgesse
Come spinasse un salmone o due proprio più piano
Quanto sole prende su viale Libia
Come fa
Mi vede lui per primo mi chiama
Prendiamoci un caffè sto andando in posta
Da quel giorno
Come del resto sarebbe successo di non avere tempo
O ha tempo o lo trova in qualche modo
È per non accorgersi
E di scrivere
Inoltre
Leva le puntine dal muro, le righe di matita
Desquadra il foglio A3
Viene a trovare le commesse della Standa
Si attarda a distrarsi sui lavori del parcheggio
Sono andati via tutti

III

Vorrebbe essere sincero, sono in quattro sul bateau mouche, sono molto (sono tutti così)

drink alto, usano la parola cocktail

In talune vaschette vi sono dei salatini di aspetto invitante. Difficile spuntarla. Va a poppa cercando un giro di chiave, starsene da parte: tutta quell’alta borghesia lo infastidisce, onestamente

rimane sopracoperta

L’attrice (troveremo degli eccetera per evitare dettagli) lo insegue per parecchi ponti e minuti di pellicola, lui è molto ingrassato dal film precedente

Soprattutto in faccia nonostante il maquillage attore francese

Il grasso non gli dona lo invecchia evidentemente a lei è proprio questo che le piace sono gusti

La prende da dietro le inquadrature sono signorili massima pudicizia patinate poco tagliano

Lui comunque gli si è proprio gonfiata la faccia per fortuna inquadrano lei

V

I vichinghi attaccano le coste
Dai mille ai tremila uomini
In Britannia si difendono come possono
Non tutte le leggende sono frutto di fantasia
Alcune grotte sono state affrescate in punti inaccessibili
30mila anni fa
Non è educato
La cappelliera non contiene più di un cappello
Se articolato
Ha fatto telefonare l’autista per vigliaccheria
Non ha coraggio di farlo lei
Sobilla le persone
Dice continuamente bugie
Ha mentito su tutto
Non si interessa della nostra salute
Non sa niente
Telefona solo quando le fa comodo
Per farci delle parti
Abbiamo dovuto mettere un avvocato
Iniziano molto presto
Si fortifica ovunque
Per evitare le razzie
Gli incendi dei villaggi
Nemmeno la caccia è più sicura
Abbiamo messo l’avvocato

*

Tempo

Facevano le polemiche letterarie e si odiavano nei caffè. Adesso hanno cambiato gestione

*

sonetto
(accadimenti poco celebri occorsi a figure assolutamente celebri)

keplero finge interesse.

sartre ha un pollo, lo scruta a lungo, forse anche più di una volta nel corso di un breve tratto di tempo.

un martedì quasi di primo pomeriggio james dean si siede sul terzo gradino contando dall’alto.

a bach succede di starnutire energicamente in un momento inopportuno.

lo stesso accade a marco aurelio, con l’aggiunta di un grano molesto e inavvertito di muco che prende a dondolarsi da una narice mentre conciona.

idem cicerone, ma dall’altra narice.

seneca pensa bene di saltellare per evitare il fango della via, ciò ha un quasi discreto successo.

mao tse tung ascolta il suo interlocutore, annuendo con misurata solennità.

baudelaire scaccia una mosca dalla coscia.

kissinger sente odore di canfora nell’armadio.

petrolini tira una riga diagonale su un foglio, è a quadretti.

kim carnes orienta lo specchio del bagno.

elton john fa un fischio.

gandhi pure.

*

Pongono una domanda

Ho cercato di spiegarmi con una pagina di appunti
Dicendo che scrivevo queste cose per allarmare, per allertare
Così mi hanno fatto una sottile obiezione o domanda:
Allarmare chi, e su cosa esattamente? Ci dobbiamo credere?
Di che parliamo? Che allerta? In che senso?
Qual è il contenuto? La preoccupazione? Dov’è? Che pericolo è?
Che aspetto ha? È velenoso? Salta? Punge? Striscia?
Ci afferra alla gola? Alla coda? Al pene? Barrisce? Esita?
Minaccia le nostre donne? Sprofonda? Sorge dai recessi?
Si buca? Si guasta? Rovescia tutto in mare? Che si incolla?
Ma tipo fa presa? Ma dopo che si può staccare? Basta un martello?
Lo stacchi tu? Ti fidi? Servirà un solvente? Naturale? No? Chimico? Tintinna?
È una minaccia biologica? Tossica? Vaga? Addestra pulci? Pende?
Insidia l’ecosistema o solo una parte? Più orientale? Piscia fuori?
Come la pensa? È un mezzo marino? Yankee?
Ha le stelle sulla carlinga? Comuniste? Fa la firma di fretta? Falsa?
Di che stai parlando? Quando succederà? È sicuro?
Come lo sai? Tu a te chi te l’ha detto? Siete in combutta?
Sei una spia? Si lamenta? Aggredisce lamentandosi?
Minaccia il turismo? Perché? Miagolando? Amaramente?
Rovina la domenica? Interrompe la merenda? Frana da una lato?
Cade come un fulmine a ciel sereno? Mette la soda?
Fa i conti in tasca? Si laurea? Geme? Congiura?
Fa il saluto romano? Rutta? Barcolla? Ha delle creste?
Svetta sulle case? Mena il can per l’aia? Sgomma?
Arriva inopportuno? Nessuno se lo aspetta? Si squaglia?
Perde ammoniaca? Smette di funzionare?
Gira al contrario? Frigge? Brucia? Emette gas?
È la suocera? Irrompe di colpo? Durante il coito? Si rade?
Buca i timpani? Mette il compressore? La techno?
Trafuga le chiavi? E fa le copie? No? Fa entrare gli idraulici?
Fa le facce? Mesta nel torbido? La butta in politica?
Esonda? Ci abbona a Repubblica? Sala la pasta?
Smette di dormire ed ergendosi morde urlando?
Esplode? Chiede perdono come accusando? Ci motteggia?
Dovremmo capirlo? Attenta alla sicurezza nazionale?
Si annette metri? Puzza? Spaccia? Si infiamma e gira?
Fa come i ratti? Ha la rabbia? La trasmette? Ha la scimmia?
Contesta lo stato di prose presenti? Piroetta su sé?
Ulula? Ci mette in forte imbarazzo? Contiene pornografia?
Chi possiamo chiamare per fare la riparazione?
C’è un servizio? Un numero di telefono? Un sito?
Come si fa? Ma tu? Ci puoi dare delle indicazioni?
Da cosa si riconosce? Cade? Come una pigna, tipo?
Si spacca e rilascia i pinoli? O fa un botto?
Come i copertoni? Si può schivare? E come?
Ha una traiettoria nota? O è più subdolo? Un virus?
Un ritornello che ti si stampa nella testa? Un numero maledetto?
Una notizia falsa, che ti fa cascare i governi, per dire? Si deprime?
Fa chiasso? Fa lo scherzo che batte sulla spalla e scappa?
Infilza spilli? Rotea? Si slaccia? Gorgoglia? Brandisce la bipenne?
Spruzza l’acqua dalla margherita? Sciopera? Blocca i trasporti?
Ondeggia nell’aria minacciosamente? Suona ai citofoni?
Prude? Specula? Canta? Fa gli impicci?
Si può contestare, come con una multa per esempio?
Si può bloccare, come gli asteroidi con i laser? Cade sull’oceano?
O su un’ignara cittadina? Mica nostra? In Texas, no?
Sì,

*

o la neve

Vi sono dei cuccioli di pochi mesi forse poche settimane che piangono sotto la neve.
Sono udibili a grande distanza, sono udibili a breve. A prescindere, sono udibili.

Vi è un paesaggio innevato che ricopre con il suo candore tutto l’orizzonte, e radi alberi.

Sotto i radi alberi si ode un tenue raspare. Esso è indice di
un tenue raspare.

Come faremo, si domanda un intelletto complesso. Queste domande sono il punto di arrivo di milioni di anni di attività cellulari diverse e molto complesse, dal punto di vista chimico e fisico.

Dal punto di vista anche solo fisico come faremo?

Faremo con un drone.
Faremo con gli Stati Uniti.
Faremo con pazienza e determinazione.
Faremo con la preghiera.
Faremo con sforzo e sacrificio, piantando la bandiera
una volta giunti.

Ma giunti dove, si domanda un intelletto un soffio meno complesso.
Non vi è risposta, vi è solo neve, neve a perdita d’occhio, cercando di non sbagliare.

Non avrei voluto, non avremmo voluto, non avrebbero voluto.
(Non avresti voluto, non avrebbe voluto, non avreste voluto).

*

Prima

Si era rotta la macchina del karaoke per il funerale

 

[Immagine: Thomas Demand, Room].

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *