di Gilda Policastro

 

[A settembre LPLC compie 10 anni. Per tutto il mese festeggeremo il sito pubblicando brevi messaggi di collaboratrici e collaboratori (e magari anche di lettrici e lettori) che raccontano cosa ha significato e cosa significa per loro l’incontro con LPLC, accompagnati da alcune delle prime copertine. Auguri a noi e lunga vita a LPLC! (Massimo Gezzi e Italo Testa)].

 

Le parole e le cose è stato dalle origini il luogo del confronto sui temi del presente a partire da una qualche forma di sapere o competenza condivisa, dalle lettere alla filosofia alla sociologia alla politica. Del confronto e anche talvolta dello scontro: nel mio caso legato a precedenti esperienze in rete, col conseguente portato di troll dalle cui polemiche faticavo a smarcarmi. Dopo una pausa necessaria e salutare, ho ritrovato il piacere di collaborare in una situazione assai più distesa, entro uno spazio aperto e meno conflittuale, con una redazione plurale guidata dai due valorosi Gezzi&Testa, che smentendo l’ironia del dantesco “I’ mi sobbarco” consentono al sito di restare sanamente competitivo, anche in un momento di decisiva trasformazione degli spazi culturali in rete. Evviva Le parole&le cose, nel fluttuante, fruttuoso entanglement tra le due, che speriamo di proseguire per altri dieci e più anni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *