LPLC2 oggi è:

Damiano Abeni (da)
Daniele Balicco (db)
Maria Borio (mb)
Mimmo Cangiano (mc)
Giuseppe Carrara (gc)
Barbara Carnevali (bc)
Paolo Costa (pc)
Franca D’Agostini (fd)
Tommaso Di Dio (tdd)
Carmen Gallo (cg)
Marco Gatto (mga)
Rino Genovese (rg)
Massimo Gezzi (mge)
Federica Gregoratto (fg)
Emanuele Leonardi (el)
Renata Morresi (rm)
Giulio Mozzi (gm)
Pierluigi Pellini (pp)
Mauro Piras (mp)
Gilda Policastro (gp)
Laura Pugno (lp)
Massimo Raffaeli (mr)
Sabrina Ragucci (sr)
Adelelmo Ruggieri (ar)
Vanni Santoni (vs)
Niccolò Scaffai (ns)
Luigi Socci (ls)
Italo Testa (it)
Antonio Tricomi (at)
Nicoletta Vallorani (nv)

 

Coordinatori del sito: Massimo Gezzi e Italo Testa.

 

*

 

La prima serie di Le parole e le cose, fondata e coordinata inizialmente da Massimo Gezzi, Guido Mazzoni e Gianluigi Simonetti, è stata inaugurata l’8 settembre 2011 e si è conclusa il 10 gennaio 2019.

 

Hanno collaborato negli anni a Le parole e le cose: Franco Arminio, Mario Benedetti, Clotilde Bertoni, Pietro Bianchi, Daniela Brogi, Franco Buffoni, Claudio Crocco (anche responsabile dei social network), Raffaele Donnarumma, Giorgio Falco, Angelo Ferracuti, Daniele Giglioli, Claudio Giunta, Lorenzo Marchese, Isabella Mattazzi, Alessandra Sarchi, Walter Siti, Emanuele Zinato.

 

*

 

Il nostro indirizzo email è: leparoleelecose@gmail.com

 

*

3 thoughts on “Chi siamo

  1. Sono intensamente grata degli intenti: e credo anche dei risultati.
    Inzio a leggervi dal bel pezzo di Daniela Brogi, cui vorrei rispondere meglio (ripenso a molto: dalle letture di quel periodo di Toni Negri, a me più distanti per categorie di analisi, a quelle di Muraro, ma specialmente alla non- voce de *gli invisibili* di quella generazione,che è la mia, perché molta della mia scrittura ha tentato risposte, e altre interrogazioni, a tali vuoti aperti, alle eredità riverberanti.. nelle mie Le Moradas e in Estranea, ad es. molto è stato scritto per ridare fiato ai nostri invisibili, anche a quella parte della comunità interna da cui veniamo e scriviamo,
    ( leggi Emily D.) Grazie

    Maria Pia Quintavalla

Comments are closed.