Rileggendo Gomorra

di Mario Pezzella È divenuto difficile leggere Gomorra[1]. Fantasmi di film, di serie televisive, la stessa icona televisiva dell’autore, affollano l’immaginazione, e ostacolano il ritorno senza interferenze alle righe scabre, dure, talvolta faticose del testo originale. In questo caso gli effetti della ricezione del romanzo rischiano paradossalmente di impedirne la

Continua a leggere

Celan e l’alchimia

di Mario Pezzella La simbologia alchemica compare in alcune poesie di Celan, accanto a quella -più frequente- che deriva dalla tradizione mistica ebraica e in particolare dallo Zohar[1]. Il simbolismo alchemico, come quello cabalistico [2], fa parte dei contenuti materiali della poesia di Celan ed è indispensabile alla sua interpretazione

Continua a leggere

Il cinema come critica della modernità

di Mario Pezzella Il rapporto tra cinema e filosofia è stato spesso frainteso e mal trattato: talvolta i film servono a puri pretesti di teorie sovraimposte (e avremo allora l’improbabile sfilata di film “aristotelici”, “heideggeriani” e quant’altro); oppure il critico presta fede agli enunciati ideologici delle sceneggiature, che non sempre

Continua a leggere

Napoli, o la mezza modernità

di Mario Pezzella [Questo intervento è uscito sul sito di «Il Ponte»] Trent’anni dopo Mani sulla città, nel 1993, La Capria (sceneggiatore) e Rosi (regista) ne hanno girato un sequel documentario: la continuità è dichiarata fin dall’inizio, con una ripresa aerea di Napoli, che si ricollega a quella celebre del primo

Continua a leggere