La pietà oggettiva di Pagliarani

di Massimo Raffaeli [LPLC va in vacanza fino a settembre. Anche quest’anno, per non lasciare soli i nostri lettori, riproporremo alcuni dei pezzi apparsi nei mesi precedenti. Questo intervento è uscito il 19 febbraio 2017, ed è apparso su «Alias»]. Si intitolava Il mare dell’oggettività il saggio di Italo Calvino che apriva il

Continua a leggere

Céline agli editori

di Massimo Raffaeli [Questo articolo è uscito su «Alias - il manifesto»]. L’epistolario di Louis-Ferdinand Céline non è una didascalia né una integrazione dei romanzi ma ne è, viceversa, la traccia itinerante così come il banco di prova. Non è un caso che il suo maggiore studioso, Henri Godard, abbia

Continua a leggere

Todorov, l’etica senza politica

di Massimo Raffaeli [Questo articolo è uscito su «Alias»] Disse un maestro che l’etica è nient’altro che il nome privato della politica. Questo è vero in senso sia soggettivo sia oggettivo, stando alla eredità greco-latina: se infatti l’ethos dei greci è il comportamento (la sua coerenza, la sua aggettante nudità, senza

Continua a leggere

Per Mario Dondero (1928-2015)

[Ho conosciuto Mario Dondero in un paese delle Marche, in occasione di una lettura di poesia organizzata da Adelelmo Ruggieri. La lettura fu seguita da una passeggiata per i luoghi artistici del paese, tra i quali una chiesa. Durante la visita, una guida spiegò all’uditorio che l’autore del quadro alle sue

Continua a leggere

Storia di un editor. Niccolò Gallo

di Massimo Raffaeli [Questo intervento è uscito su «Alias»]. E’ raro imbattersi in una figura centrale che sappia tuttavia mantenersi così defilata da sembrare inapparente. Questa fu, fino all’autospoliazione, la facies di Niccolò Gallo (Roma 1912-Santa Liberata di Grosseto 1971), filologo, critico letterario e poi raffinatissimo editor. Ne ricostruisce oggi

Continua a leggere