Il Movimento 5 Stelle e la democrazia

di Mauro Piras I grillini amano sorprenderci sempre, in materia di democrazia rappresentativa. Li avevamo lasciati, all’inizio di questa legislatura, fermi nella loro idea che il voto di fiducia non fosse indispensabile alla nascita di un governo: basta trovare le maggioranze su ogni singolo provvedimento, dicevano, chi vuole appoggiarci ci voti

Continua a leggere

Le nazioni europee e la fine dell’Europa

di Mauro Piras Il quadro è cupo. L’Europa delle nazioni tende all’autodistruzione, come già due volte nel corso del Novecento. E nel centesimo anniversario della prima volta, che l’ha ridimensionata definitivamente nel potere mondiale. Le elezioni di domenica scorsa ci consegnano una Unione Europea indebolita e frammentata, lacerata da tendenze

Continua a leggere

Come perdere le elezioni

di Rino Genovese Matteo Renzi si sta preparando a perdere le prossime elezioni. Domani potrebbe apparirci addirittura brillante il deludente risultato ottenuto da Bersani l’anno scorso. La ragione di ciò è presto detta: Renzi si è infilato nel tunnel lunghissimo delle cosiddette riforme alla cui fine non c’è alcuno sbocco

Continua a leggere

La fine di Berlusconi?

di Mauro Piras “Not with a bang but a whimper”. A quanto pare, la fine di Berlusconi avviene a fuoco lento, non con un crollo, con una caduta da Grande Storia, ma con ritirate strategiche, occultamenti temporanei, ricomparse calcolate, accelerate improvvise, nuove illusioni elettorali, e poi di nuovo sprofondamenti nelle

Continua a leggere

We’re Only in It for the Money. Dialogo sui soldi privati ai partiti

di Claudio Giunta [Questo articolo è già uscito su «Internazionale» on-line]. Il Governo ha annunciato di voler abolire il finanziamento pubblico ai partiti: http://www.governo.it/Governo/ConsiglioMinistri/dettaglio.asp?d=71338 Se ne discute da tempo. Non si discute, invece, della disciplina dei finanziamenti privati, il che è strano perché nella storia repubblicana i finanziamenti privati sono

Continua a leggere