Alberi

di Daniele Balicco  I. Elzéard Bouffier non è mai esistito. Eppure, dopo la pubblicazione del breve racconto L’uomo che piantava gli alberi (Salani editore, 2010), per anni, moltissimi lettori scrissero a Jean Giono chiedendone impazientemente notizie. È realmente vissuto? Esiste davvero, nel Sud della Francia, quella sterminata foresta di querce

Continua a leggere

Quattro poesie

di Gabriel Del Sarto . Livelli Lo vedo, quell’albero. E vedo te, oggi, in questa luce di una stagione successiva. La fluidità delle chiome in un vento mutevole. ..................Quello che passa è solo una rappresentazione e questi sono i cambiamenti della gente comune, le cose che si fanno per non

Continua a leggere

La disobbedienza, non l’insurrezione

di Massimo De Carolis L'esito della manifestazione del 15 ottobre, con l'avvilente ma prevedibile spaccatura tra una maggioranza pacifista e una minoranza militarizzata, dovrebbe spingerci a riproporre un interrogativo che, nella sinistra radicale, è in sospeso da almeno quarant'anni. L'interrogativo è: in che cosa consiste, o può consistere, una politica

Continua a leggere

Morte in diretta

di Emanuele Zinato Il montaggio opera dunque sul materiale del film (che è costituito da frammenti, lunghissimi o infinitesimali, di tanti piani-sequenza come possibili soggettive infinite) quello che la morte opera sulla vita. (P. P. Pasolini) Pasolini scriveva questo saggio, poi raccolto in Empirismo eretico (1972), prendendo avvio dalla morte

Continua a leggere

Perché gli studi umanistici oggi /1

di Claudio Giunta Il libretto di Martha Nussbaum sulla crisi dell’istruzione umanistica (Non per profitto. Perché le democrazie hanno bisogno della cultura umanistica, Il Mulino, € 14) inizia con due citazioni, una da Tagore e l’altra da Dewey, che lamentano la crisi dell’istruzione umanistica. Visto che Tagore scrive nel 1917

Continua a leggere

Benoît Conort, una poesia

[Benoît Conort è nato nel 1956 a Villeneuve-sur-Lot. Attualmente insegna letteratura francese all’Università di Rennes II. La seguente poesia è tratta dalla sua prima raccolta, Pour une île à venir, edita da Gallimard nel 1988]. Il se souvient de la petite soeur partie pour l'hôpital une ambulance devant la porte

Continua a leggere