Hoodoos

di Carlo Carabba [Pubblichiamo due poesie di Carlo Carabba appartenenti a un diario in versi (inedito) di un viaggio in America ]. Hoodoos “Dicono che i pinnacoli erano gli abitanti della valle, l’Anima del Coyote per punirli soffiò e si fecero roccia. La forma che avevano un tempo adesso è scavata dal

Continua a leggere

Il romanzo nell’epoca della postletteratura

di Carlo Carabba [Lo scritto seguente è apparso come prefazione al libro di Richard Millet, L'inferno del romanzo, pubblicato da Transeuropa nel 2011, nella traduzione di Stefania Ricciardi]. È verità universalmente riconosciuta che un individuo incaricato di scrivere un’introduzione, debba ricercare le parole più adatte ad elogiare il testo. Partire dunque

Continua a leggere

I Cani e l’autocoscienza

di Carlo Carabba “Chi di voi si sente giovane?” chiedeva con sadica voluttà dal palco dei suoi concerti Manuel Agnelli, frontman degli Afterhours, una decina di anni fa. E, di fronte all’entusiasmo più o meno ignaro delle mani alzate, partivano le note della hit Sui giovani d’oggi ci scatarro su.

Continua a leggere