Le parole e le cose

Letteratura e realtà

6 novembre 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
3 commenti

We Are Only Riders

playlist di Barbara Carnevali David Lynch & Lykke Li, I’m Waiting Here (David Lynch, The Big Dream, 2013) David Bowie, I’m Deranged (Lost Highway’s soundtrack, 1997) Nick Cave & Deborah Harry, The Breaking Hands (The Jeffrey Lee Pierce Sessions Project, The Journey Is Long, 2012) Chrysta Bell & David Lynch, Angel … Continua a leggere

2 agosto 2014
Pubblicato da Le parole e le cose
17 commenti

La rivoluzione seriale

Intervista di Federica Iacobelli a Nicola Lusuardi [Dal 29 luglio all’inizio di settembre LPLC sospende la sua programmazione ordinaria. Per non lasciare soli i nostri lettori, abbiamo deciso di riproporre alcuni testi e interventi apparsi nel 2012, quando i visitatori … Continua a leggere

3 luglio 2013
Pubblicato da Raffaele Donnarumma
40 commenti

Postmoderno o ipermoderno. Un dibattito sulla cultura del presente /2

Il faut être absolument hypermodernes. Una replica a Remo Ceserani di Raffaele Donnarumma [Questo intervento è uscito sul sito di «Allegoria». Il saggio di Ceserani si legge qui] Giudizi (e generazioni?) Con la cultura e l’acume che abbiamo sempre ammirato … Continua a leggere

29 giugno 2013
Pubblicato da Gianluigi Simonetti
0 commenti

Il blues secondo David Lynch

Roy Orbison, In Dreams (da Blue Velvet, di D. Lynch, 1986)   Nine Inch Nails, Come Back Haunted (Hesitation Marks, 2013)   David Lynch & Lykke Li, I’m Waiting Here (The Big Dream, 2013)   [Immagine: Isabella Rossellini in Blue Velvet, di David Lynch, 1986].

9 maggio 2013
Pubblicato da Daniele Balicco
16 commenti

Interpretazioni del capitalismo contemporaneo /2. David Harvey

di Daniele Balicco e Pietro Bianchi [La prima parte di questo saggio, dedicata a Fredric Jameson, è uscita qualche giorno fa e si può leggere qui]. Molto diversa rispetto a quella di Jameson – che resta, nella solo apparente bulimia … Continua a leggere

3 maggio 2013
Pubblicato da Daniele Balicco
25 commenti

Interpretazioni del capitalismo contemporaneo /1. Fredric Jameson

di Daniele Balicco e Pietro Bianchi Nel secondo dopoguerra, il marxismo ha occupato un ruolo importante nel campo della cultura politica europea, soprattutto in Italia, Germania e Francia. Ma è solo a partire dagli anni Sessanta che la sua influenza … Continua a leggere

30 marzo 2013
Pubblicato da Gianluigi Simonetti
0 commenti

Più buio oltre la siepe

Una playlist di Nicola Lagioia Okkervil River, Your Past Life As A Blast   Teenage Jesus and the Jerks, Orphans   Srillex and The Doors, Breakin’ a Sweat   David Lynch, Crazy Clown Time   [Immagine: Atticus Finch (Gregory Peck) in Il … Continua a leggere

1 dicembre 2012
Pubblicato da Gianluigi Simonetti
3 commenti

Because You’Re Mine

Marilyn Manson, I Put A Spell On You (Screamin’ Jay Hawkins) (da Lost Highway di D. Lynch, 1997)   Caterina Caselli, Puoi farmi piangere/ I Put A Spell On You (Casco d’oro, 1967)   Diamanda Galas, I Put A Spell … Continua a leggere

8 giugno 2012
Pubblicato da Massimo Gezzi
1 commento

Su “Cosmopolis” di David Cronenberg

di Davide Nota Il Cosmopolis di David Cronenberg è un’opera leopardiana e pessimista sul destino cyber-biologico e sul tempo sociale, in cui anche la “rivolta” del disordine e della protesta anarchica contro Wall Street è funzione di un futuro post-industriale … Continua a leggere

26 settembre 2011
Pubblicato da Gianluigi Simonetti
20 commenti

Il sottosuolo. Su “Elisabeth” di Paolo Sortino (e sul romanzo contemporaneo)

di Gianluigi Simonetti La cosa da non fare con Elisabeth, notevolissimo romanzo d’esordio di Paolo Sortino (Einaudi, Torino 2011) è annetterlo seccamente al filone del non fiction novel, o peggio ancora alla vasta area del neo-neorealismo alla moda: nonostante le … Continua a leggere