Senato a sorteggio

di Italo Testa E se il Senato fosse sorteggiato, in tutto o in parte? Se il Senato diventasse una camera dei cittadini e dei discorsi? Una camera in cui le autonomie locali e i saperi disciplinari, anziché chiudersi autoreferenzialmente, si aprano a una deliberazione democratica estesa, potenzialmente aperta a tutti?

Continua a leggere

La fine di Berlusconi?

di Mauro Piras “Not with a bang but a whimper”. A quanto pare, la fine di Berlusconi avviene a fuoco lento, non con un crollo, con una caduta da Grande Storia, ma con ritirate strategiche, occultamenti temporanei, ricomparse calcolate, accelerate improvvise, nuove illusioni elettorali, e poi di nuovo sprofondamenti nelle

Continua a leggere