Finisterre

di Matteo Meschiari   Composto oralmente e poi trascritto, Finisterre è un poema epico di oltre 2000 versi che racconta la storia del pianeta, dai gas interstellari alla fine dell’umanità. Ispirato al pensiero naturale dei Presocratici e di Lucrezio, all’epica babilonese, celtica e germanica, al poema narrativo contemporaneo (Queneau, Walcott,

Continua a leggere

Il ragazzo

di Marcus Malte   [È appena uscito per Fazi, nella collana Le strade, Il ragazzo di Marcus Malte, traduzione di Giacomo Cuva, Prix Fémina 2016. Pubblicato dalle piccole éditions Zulma, in Francia è stato un caso letterario. Ne presento qui un estratto. Il ragazzo, naturalmente, è un ragazzo selvaggio].  

Continua a leggere

Poesia come Terzo paesaggio

di Laura Pugno   [Questo testo è un estratto da In territorio selvaggio di Laura Pugno, edizioni nottetempo 2018 (collana Gransassi-Trovare le parole). All'interno del saggio, rappresenta un testo a sé, forse l'inizio di un nuovo libro. Si ringrazia l'editore per averne permesso la pubblicazione].   Un altro appunto. Poesia

Continua a leggere

I legni

di Laura Pugno   [È da poco uscito, per la collana Gialla Oro di Pordenonelegge/Lietocolle, I legni di Laura Pugno. Ne presentiamo una scelta di testi].   ritornano e di nuovo sono perduti   i corpi, cose, cosa fare con quello che resta di bellezza che s’incrina –   la

Continua a leggere

Inediti /8: Laura Pugno

a cura di Massimo Gezzi [In questa ottava uscita, la rubrica degli inediti a cura di Massimo Gezzi ospita alcune poesie e una breve nota di Laura Pugno, autrice di cinque romanzi, una raccolta di racconti e cinque libri di poesia, l'ultimo dei quali, Bianco, è stato pubblicato da Nottetempo nel 2016] dal pometto

Continua a leggere

La ragazza selvaggia

di Laura Pugno [Domani esce La ragazza selvaggia (Marsilio), il nuovo romanzo di Laura Pugno. Ne presentiamo in anteprima alcune pagine]. Tessa aveva aiutato Dasha a stendersi sul letto da campo e aveva medicato la ferita. La ragazza era sprofondata in un sonno febbricitante e questo, pensò Tessa, le avrebbe facilitato

Continua a leggere