Le parole e le cose

Letteratura e realtà

30 aprile 2017
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Emilio Tadini critico integrale

di Giacomo Raccis [È in libreria da qualche settimana Quando l’orologio si ferma il tempo ritorna a vivere, una raccolta di scritti sull’arte e la letteratura pubblicati da Emilio Tadini tra il 1958 e il 1970, curata da Giacomo Raccis per … Continua a leggere

29 aprile 2017
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Spoken Words

playlist di Italo Testa Emidio Clementi / Corrado Nuccini, Burnt Norton V – da T.S. Eliot (Quattro quartetti, 2017) Amiri Baraka, Why is We Americans (live@Def Jam Poetry, 2002) Andrea Chimenti, Il compleanno da G. Ungatetti (Il porto sepolto, 2001) Gil-Scott … Continua a leggere

27 aprile 2017
Pubblicato da Le parole e le cose
5 commenti

Il latino? Parliamolo

di Mariangela Caprara Latine loqui corrumpit ipsam latinitatem, tuonava Francisco Sánchez de Brozas nell’anno del Signore 1600, denunciando il rischio che i suoi contemporanei umanisti si servissero di un latino grossus, corrotto proprio dal suo abuso nel parlato. Fino al XIX … Continua a leggere

13 aprile 2017
Pubblicato da Claudia Crocco
0 commenti

Di tutti i mondi possibili

[È uscito da qualche settimana Di tutti i mondi possibili. Nove saggi attraverso il fantasy (effequ), a cura di Silvia Costantino. Questo libro è nato da un ciclo di incontri che, su iniziativa di Vanni Santoni, prima per scherzo e poi … Continua a leggere

27 marzo 2017
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

Il borghese e lo stile

di Federico Bertoni [Una prima versione di questo intervento è uscita su «Alias»] Che fine ha fatto il borghese, quel personaggio che ha inventato l’organizzazione capitalistica del lavoro, e ha reso il nostro mondo quello che è? Sembra essersi fatto di … Continua a leggere

12 marzo 2017
Pubblicato da Le parole e le cose
1 commento

Volodine e il post-esotismo

di Filippo Polenchi In cella un uomo muore. È Lutz Bassmann, ultimo esponente del post-esotismo, «una costruzione che aveva a che fare con un certo sciamanesimo rivoluzionario e con una certa letteratura, una letteratura manoscritta o imparata a memoria e recitata». … Continua a leggere

3 febbraio 2017
Pubblicato da Le parole e le cose
7 commenti

Odio Internet

di Cristina Marconi Parlare della rete con la violenza di un hater ha molti vantaggi, il primo dei quali è quello di porre la propria critica su un indiscutibile piano di contemporaneità. Andando dritti al punto, senza doversi scusare di essere … Continua a leggere

27 dicembre 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
6 commenti

Le biblioteche dei morti

di Francesco Pecoraro [LPLC si prende una pausa natalizia fino al 9 gennaio. In questo periodo ripubblicheremo alcuni pezzi usciti nei mesi precedenti. L’intervento che segue è uscito il 18 aprile 2016]. Nelle librerie d’occasione e sulle bancarelle dell’usato comincio a vedere … Continua a leggere

25 novembre 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
2 commenti

Sonnambulismo sovietico. Terminus radioso di Antoine Volodine

di Filippo Polenchi Tutto il mondo, adesso, è Seconda Unione Sovietica. Tutto il mondo è un verminaio di pile atomiche in discesa verticale – lenta ma inarrestabile – verso il nocciolo della Terra. Le «catastrofi del nucleare civile» (p. 58) hanno … Continua a leggere

24 novembre 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
4 commenti

La scrittura e il mondo. Teorie letterarie del Novecento

di Stefano Brugnolo, Davide Colussi, Sergio Zatti, Emanuele Zinato [È uscito da poco La scrittura e il mondo. Teorie letterarie del Novecento (Carocci) di Stefano Brugnolo, Davide Colussi, Sergio Zatti e Emanuele Zinato. «Quali bisogni o desideri esprime la letteratura?», si legge … Continua a leggere