Le parole e le cose

Letteratura e realtà

19 maggio 2017
Pubblicato da Pietro Bianchi
1 commento

Song to Song. L’universo diviso di Terrence Malick

di Pietro Bianchi Tutte le filosofie moderne sono catene che legano e imprigionano; il cristianesimo è una spada che separa e rende liberi. Nessun altro filosofo permette a Dio di gioire della divisione dell’universo in anime viventi. Ma secondo l’ortodossia … Continua a leggere

1 febbraio 2017
Pubblicato da Le parole e le cose
1 commento

Al di là dei nostri occhi. Il Reale dello sguardo lacaniano

di Pietro Bianchi [E’ uscito in questi giorni in inglese, per l’editore londinese Karnac, Jacques Lacan and Cinema: Imaginary, Gaze, Formalization di Pietro Bianchi. Questo è il primo capitolo tradotto in italiano e riadattato per LPLC]. 1. Quentin Meillassoux. Un realismo anti-correlazionista … Continua a leggere

22 gennaio 2017
Pubblicato da Pietro Bianchi
1 commento

“Prega con gli occhi aperti”. Scorsese e il Silenzio della fede nel mondo

di Pietro Bianchi “Quando il mondo si commosse e il sole oscillò nel cielo, non fu al momento della crocefissione ma al grido dall’alto della croce: il grido che confessò che Dio era stato abbandonato da Dio. E ora lasciate che … Continua a leggere

20 dicembre 2016
Pubblicato da Pietro Bianchi
0 commenti

Il volto nero della Fede. Note su The Minister’s Black Veil di Romeo Castellucci

di Pietro Bianchi Lacan diceva spesso che la psicoanalisi deve reinventarsi ogniqualvolta vi sia un’analisi. Contrariamente a quello che molti credono l’esperienza dell’inconscio non è infatti una cosa stabile e ben precisa, una sorta di “cura standard” che possa essere … Continua a leggere

28 agosto 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
0 commenti

L’incontro mancato tra i sessi

di Pietro Bianchi e Elisa Cuter [Da qui a settembre LPLC sospende la sua programmazione ordinaria. Ripubblicheremo alcuni interventi usciti qualche tempo fa. Quello che segue è stato pubblicato il 21 marzo 2016]. C’è una scena, alla fine della settima puntata della prima stagione … Continua a leggere

23 agosto 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
1 commento

Quando la Legge è ammanettata al godimento. The Hateful Eight di Quentin Tarantino

di Pietro Bianchi e Marco Grosoli  [Da qui a settembre LPLC sospende la sua programmazione ordinaria. Ripubblicheremo alcuni interventi usciti qualche tempo fa. Quello che segue è stato pubblicato il 7 febbraio 2016]. 1. Di Tarantino si è sedimentata nel corso degli anni … Continua a leggere

11 luglio 2016
Pubblicato da Pietro Bianchi
0 commenti

Horror come il panico. It Follows di David Robert Mitchell

di Pietro Bianchi Arriva nelle sale italiane con più di due anni di ritardo rispetto alla sua anteprima alla Semaine de la Critique a Cannes 2014 It Follows di David Robert Mitchell, uno dei giovani autori americani più interessanti degli ultimi … Continua a leggere

8 giugno 2016
Pubblicato da Le parole e le cose
6 commenti

L’erotica del corpo della modella. Note su The Neon Demon di Nicholas Winding Refn

di Pietro Bianchi [The Neon Demon esce oggi nelle sale italiane] 1. Lo scriveva Lou-Andreas Salomé in una lettera a Sigmund Freud del 3 agosto 1924: “è un fatto squisitamente umano che l’uomo sia e insieme non sia il suo corpo, … Continua a leggere

21 marzo 2016
Pubblicato da Pietro Bianchi
1 commento

L’incontro mancato tra i sessi

di Pietro Bianchi e Elisa Cuter C’è una scena, alla fine della settima puntata della prima stagione di Love (la nuova serie tv di Netflix prodotta da Judd Apatow e uscita il mese scorso) che in un paio di minuti riassume perfettamente … Continua a leggere

7 febbraio 2016
Pubblicato da Pietro Bianchi
12 commenti

Quando la Legge è ammanettata al godimento. The Hateful Eight di Quentin Tarantino

di Pietro Bianchi e Marco Grosoli  1. Di Tarantino si è sedimentata nel corso degli anni un’immagine inoffensiva, debole, disimpegnata e sostanzialmente conservatrice. Il refrain è noto: Tarantino sarebbe la summa della distanza ironica postmoderna; uno di quelli che ha tolto … Continua a leggere