Le parole e le cose

Letteratura e realtà

29 ottobre 2015
Pubblicato da Le parole e le cose
10 commenti

A che serve resistere? Finzione metastorica e romanzo storico

di Lorenzo Marchese 1. Se uno scrittore di oggi decide di servirsi della forma del romanzo storico, ciò può avere tanti significati. Elencarli sarebbe lungo, ne cito solo alcuni fra i più lampanti. Si può seguire la tentazione di proporre … Continua a leggere

19 aprile 2014
Pubblicato da Guido Mazzoni
21 commenti

Sul romanzo contemporaneo/1. «Le Benevole» (2006) di Jonathan Littell

di Guido Mazzoni [Dal 18 al 27 aprile LPLC sospende la sua programmazione ordinaria. Per non lasciare soli i nostri lettori, abbiamo deciso di riproporre alcuni testi e interventi apparsi all’inizio del 2012, quando i visitatori del nostro sito erano … Continua a leggere

11 giugno 2013
Pubblicato da Le parole e le cose
18 commenti

Verità e finzione nella narrativa contemporanea

di Paolo D’Angelo [Dopo I promessi sposi Manzoni non scrisse più letteratura, se non occasionalmente; l’attenzione per la verità storica e morale annientò quella fiducia nell’immaginazione che è necessaria a scrivere romanzi o poesie. Negli stessi anni in cui Manzoni … Continua a leggere

24 marzo 2013
Pubblicato da Le parole e le cose
3 commenti

La caduta di Roma e il Goncourt

di Michele Turazzi Il romanzo che ha vinto l’ultima edizione del prix Goncourt ha un titolo degno di un testo storico: Le sermon sur la chûte de Rome (Sermone sulla caduta di Roma). Nulla di più fuorviante. Non c’è spazio … Continua a leggere

28 settembre 2011
Pubblicato da Clotilde Bertoni
12 commenti

Sfida al trauma

di Clotilde Bertoni Dire che un saggio è insieme agguerrito e brillante, agile e densissimo, potrà far cadere le braccia, ma tant’è: in omaggio al luogo comune secondo cui i luoghi comuni tornano sempre utili, sono queste le formule più … Continua a leggere