Le parole e le cose

Letteratura e realtà

7 novembre 2016
Pubblicato da Daniela Brogi
1 commento

Il tabù della violenza femminile

di Anna De Biasio [Anticipiamo, con dei tagli, il secondo paragrafo dell’Introduzione al libro di Anna De Biasio Le Implacabili. Violenze al femminile nella Letteratura Americana tra Otto e Novecento, appena pubblicato dalla casa editrice Donzelli, che ringraziamo. Il lavoro … Continua a leggere

16 marzo 2015
Pubblicato da Emanuele Zinato
16 commenti

Una lettura della Felicità familiare di Tolstòj

di Pier Vincenzo Mengaldo [Questo saggio è uscito su «Strumenti critici», XXX, 1, gennaio-aprile 2015]. Io mi devo prima di tutto scusare coi lettori di questa rivista. Decifro a stento l’alfabeto cirillico e saprò al massimo una trentina di parole … Continua a leggere

14 maggio 2014
Pubblicato da Clotilde Bertoni
13 commenti

Dalla Russia con amore. Un romanzo sconosciuto di Simone de Beauvoir

di Clotilde Bertoni [Questo articolo è già uscito su Alias/Il Manifesto] «Poco importa in qual misura e in qual maniera la finzione si ispiri alla realtà: essa si edifica solo polverizzandola per farla rinascere a un’altra esistenza. Le comari intente … Continua a leggere

29 luglio 2013
Pubblicato da Le parole e le cose
2 commenti

Perché sono femminista. Un’intervista televisiva

di Simone de Beauvoir [Dal 29 luglio al 1 settembre 2013 Le parole e le cose osserverà una pausa estiva; la programmazione regolare riprenderà il 2 settembre 2012. Durante questo periodo, per non lasciare soli i nostri lettori, pubblicheremo dei video, delle … Continua a leggere

2 luglio 2012
Pubblicato da Clotilde Bertoni
3 commenti

Scrittori sul mercato: interrogativi aperti e autopromozione camuffata

di Clotilde Bertoni 1. Se sappiamo ormai ampiamente che la merce è cultura[1], sappiamo ben da prima che nelle società di massa la cultura è divenuta merce: merce presa tra le logiche del mercato, le strategie editoriali, il riscontro (e … Continua a leggere

14 marzo 2012
Pubblicato da Rino Genovese
2 commenti

Il destino dell’intellettuale /6. Prendere posizione

di Rino Genovese C’è stato nel Novecento un umanesimo del tutto a suo agio con la violenza come forza motrice della storia. Sartre scriveva: «considerata dal punto di vista di una società futura che nascerà grazie ai suoi sforzi, la … Continua a leggere