È iniziato ieri il programma del Premio Letterario Nazionale “Paolo Volponi”. Letteratura e impegno civile, giunto alla IX Edizione. Durante la serata finale, prevista per sabato 1 dicembre, una giuria popolare assegnerà il Premio a uno dei tre vincitori dell’edizione 2012: Franco Arminio, Terracarne, Mondadori; Alessandro Leogrande, Il naufragio, Feltrinelli; Davide Orecchio, Città distrutte, Gaffi (Premio “Opera Prima Stefano Tassinari” ad Alessandra Sarchi, Violazione, Einaudi).

Di seguito il programma degli eventi da oggi alla serata finale (sabato 1 dicembre), scaricabile in pdf qui. Informazioni su www.premiopaolovolponi.it

Monte Urano, Cine-teatro Arlecchino, ore 21.00

“Cantavamo, cantiamo, canteremo – canti per l’uguaglianza”

Spettacolo con
Moni Ovadia
e Lucilla Galeazzi

accompagnati da
Paolo Rocca
al clarinetto, Fiore Benigni all’organetto e
Fabrizio Cardosa agli strumenti a corde


Sabato 17 Novembre

Altidona, Galleria sotto l’Arco
(in collaborazione con Altidona Belvedere e Fototeca Provinciale)

“Otto ore” Mostra fotografica di Luca Gavagna


Domenica 18 Novembre

Fermo, Auditorium San Martino, ore 18.00

“Capelli al vento”, Omaggio a Joyce Lussu

Voce recitante Rosetta Martellini
Musiche originali Andrea Mei
Un progetto Teatro Stabile delle Marche – FabricaTeatro
Nova Associazione – Studio Potëmkin


Lunedì 19 Novembre

Monte Vidon Corrado, Centro Studi Licini, ore 18.00

“Licini alla Olivetti”

Intervengono:
Daniela Simoni
, Direttrice Centro Studi Licini
Eugenio Pacchioli, Archivio Storico Olivetti


Martedì 20 Novembre

Fermo, Sala degli Artisti, ore 21.00

“Non mi avete convinto. Pietro Ingrao, un eretico”
un film di Filippo Vendemmiati.

Saranno presenti il regista e l’On. Aldo Tortorella

Ingresso gratuito


Mercoledì 21 Novembre

Fermo, Sala B.U.C. Machinery, ore 21.00

Proiezione del documentario “Luigi Di Ruscio”
di Luana Trapé e Diego Marzoni

Introduzione di Valentina Conti, editore 


Venerdì 23 Novembre

Urbino, Teatro Comunale “R. Sanzio”, ore 21.00

“Volponi a viva voce”

Letture di Andrea Bajani, Nicola Lagioia, Alessio Torino


Sabato 24 novembre

Urbino, Teatro Comunale “R. Sanzio”, ore 10.00

Convegno internazionale di studi
“Il ritorno del trauma. Le apocalissi di Volponi”

A cura di Emanuele Zinato

Partecipano: Francesco Muzzioli, Gabriele Fichera, Salvatore Ritrovato, Daniele Giglioli, Alfonso Berardinelli, Igor Tcheoff, Umberto Piersanti


Sabato 24 novembre

Fermo, Sala dei Ritratti

“Spazi e diritti collettivi”

Giornata di studio in ricordo di Joyce Lussu

Ore 9.30

Saluti istituzionali
Nella Brambatti, Sindaco di Fermo
Giuseppe Buondonno, Assessore alla Cultura della Provincia di Fermo
Francesco Chiapparino, Università Politecnica delle Marche e direzione di “Proposte e ricerche”

Introduzione – Luigi Rossi, “Proposte e ricerche”

Gli antenati di Joyce. Una storia di famiglia tra collettivo e privato

Presidenza – Alberto Grohmann, Università di Perugia

Joyce Lussu e il suo pensiero

Fabio Bettoni, Università di Perugia
Spazi e diritti collettivi nel pensiero di Joyce Lussu
Ileana Chirassi Colombo, Università di Trieste
La dimensione antropologica dei lavori di Joyce Lussu

Ricerche e proposte nell’Italia centrale

Olimpia Gobbi, “Proposte e ricerche”

Le Marche

Natascia Ridolfi, Università di Chieti-Pescara

L’Abruzzo

Marina Caffiero, Università La Sapienza di Roma

Il Lazio

Claudio Canonici, Università della Tuscia

Usi civici e spazi collettivi nel Lazio in età napoleonica

Ore 14.30

Presidenza – Alfredo Luzi, Università di Macerata

Augusto Ciuffetti, Università Politecnica delle Marche

L’Umbria

Alberto Melelli, Università di Perugia

Spazi e diritti collettivi: un approccio geografico

Interventi

Pietro Nervi, Centro studi e documentazione sui demani civici e le proprietà collettive – Università di Trento

Assetti fondiari collettivi e strategie di governo dei territori

Gabriella Corona, ISSM-CNR di Napoli

La questione dei commons in Italia

Roberta Biasillo, Università di Bari

Demani e usi civici in età liberale

Conclusioni – Luca Mocarelli, Università di Milano Bicocca

Spazi e diritti collettivi nell’Italia settentrionale e un approccio comparativo tra Alpi e Appennini


Domenica 25 Novembre

Porto San Giorgio, Sala Castellani

Ore 11.00

“La nostra compagnia dal furente respiro

La poesia dopo Volponi

In collaborazione con Italia Nostra – La natura dei poeti

I poeti Antonella Anedda e Milo De Angelis
conversano con Massimo Gezzi e Adelelmo Ruggieri

Ore 18.00

Inaugurazione della mostra di Mauro Cicaré, “Classici illustrati”
e presentazione del libro “Le avventure del gigante Morgante” Edizioni DI

Reading a cura di Elisa Ravanesi ed Ermanno Pacini


Martedì 27 Novembre

Sant’Elpidio a Mare, Auditorium G. Giusti, ore 21.00

“Teorema Pasolini”

Incontro con il poeta Gianni D’Elia
Conduce Enrico Capodaglio


Giovedì 29 Novembre

Fermo, Auditorium San Martino, ore 10.00

Lezione concerto sulla canzone d’autore, a cura di MusiCultura
A cura di Piero Cesanelli, direttore artistico di Musicultura

Adriano Taborro, chitarre, violino, mandolino
El Chopas, voce e chitarra
Alessandra Rogante, voce

Cinema Multiplex Super 8 – Fermo, ore 21.00
In collaborazione con ISML e Multiplex Super 8

Proiezione del film documentario “La nave dolce”

Introducono lo scrittore Alessandro Leogrande autore del libro finalista “Naufragio. Morte nel mediterraneo”

Ingresso a pagamento


Venerdì 30 Novembre

Fermo – Porto Sant’Elpidio

Ore 9.30/11.30 – Incontri nelle scuole con gli autori finalisti

Lettura dei racconti vincitori del concorso di narrativa breve

”Riflessi di scrittura”

Sant’Elpidio a Mare, Teatro L. Cicconi, ore 21.00

Lavorar Cantando Canzoni e Canzonette

La storia del movimento operaio attraverso la canzone

Ideato e diretto da Piero Cesanelli
Ensemble musicale la Compagnia
Testi di Piero Cesanelli e Carlo Latini

Redattore Sociale 2012

XIX Seminario di formazione per giornalisti a partire dai temi del disagio e delle marginalità

www.giornalisti.redattoresociale.it

LABIRINTO SENZA FILI

Come uscire dall’illusione di essere sempre connessi
Diretta Twitter: @RedattoreSocial, #redsoc12


Venerdì 30 novembre

Capodarco di Fermo

Ore 15.00 – Apertura – Presentazioni

Intervento di Enzo Iacopino

Ore 16.00 Il fotografo e il “sociale”

Mario Dondero intervista Uliano Lucas

Ore 18.00 I miti d’oggi e il bricolage della conoscenza

Dialogo tra Andrea Vianello e Marino Niola

Conduce Carla Chiaramoni

Ore 21.30 La formazione dei giornalisti italiani su immigrazione e media
Incontro del Gruppo Formazione dell’associazione “Carta di Roma”


Sabato 1 dicembre

Capodarco di Fermo

Ore 9.00-11.00 – Workshop paralleli

Modi di raccontare il sociale/1

1. Un particolare racconto di viaggio, Franco Arminio
Conduce Giovanni Augello

2. L’inchiesta sommersa, Alessandro Leogrande
Conduce Marco Filoni

3. Raccontare l’Italia con il réportage , Marco Imarisio
Conduce Angelo Ferracuti

Ore 11.00-13.00 – Workshop paralleli

Modi di raccontare il sociale/2

4. Graphic journalism: resistere sulla carta, Carlo Gubitosae Mauro Biani
5. La fotografia che i media vogliono, Giulia Tornari e Ruben Salvadori
6. Riconvertirsi multimediali, Emanuela Zuccalà e Claudia Amico

Ore 15.00 – Presentazioni

Ore 15.30 Dagli “emarginati” al disagio diffuso: l’informazione e le spiegazioni smarrite
Incontro con Corradino Mineo
Introduce Vinicio Albanesi

Ore 17.30 Giornalismo sulla strada… e ovunque
Incontro con Paul Lewis
Conducono Mariangela Paone e Frieda Brioschi


Sabato 1 dicembre

Porto Sant’Elpidio
Teatro delle Api – ore 21,00

Serata finale

Conduce Giovanna Zucconi

Marino Sinibaldi intervista gli autori vincitori
Franco Arminio, Alessandro Leogrande, Davide Orecchio

Premio “Opera Prima Stefano Tassinari” ad Alessandra Sarchi

Giuseppe Cederna legge Volponi

Premio “Lettere ed Arti” a Francesco Guccini

Wu Ming 1 ricorda Stefano Tassinari

Musica dal vivo Fandango Saxophone Quartet

Nicolò Pantaleo, sax soprano
Francesco Loiacono, sax contralto
Linda Caramia, sax tenore
Michele Gilli, sax baritono

In collaborazione con lo Stage Internazionale del Sassofono

1 thought on “Premio Letterario Nazionale “Paolo Volponi”, IX Edizione

  1. “In Volponi la modernità industriale si interiorizza in un misterioso impulso all’unicità di pensiero, senso e materia; Pasolini si cala – come un Baudelaire intenerito – negli inferni urbani e suburbani indotti da quella; Calvino la traduce in ingegnose ed evasive metafore scientifiche. (…)Per questi scrittori la società non è un dato, ma un’ipotesi. Scrittori che hanno continuato in proprio il lavoro che la sinistra (quella comunista in primo luogo) ha lasciato a mezzo col risultato di aprire la strada a una concezione del mondo come “dato”, e non come una continua, responsabile “costruzione” umana; aprendo quindi la strada a un neoliberismo di fatto, molto prima che spuntassero all’orizzonte i teorici del neoliberismo e del neocontrattualismo” G. Bollati, L’Italiano. Il carattere nazionale come storia e come invenzione, Einaudi, Torino, 1983, pp. 195-207.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *